Termini Imerese: tutte le regole per accedere al mercatino del venerdì

Condividi questo articolo



Secondo la nuova ordinanza emessa dal sindaco Maria Terranova lo scorso 27 ottobre, il venerdì si potrà svolgere il mercato settimanale ma con il rispetto delle seguenti prescrizioni:

L’accesso all’area mercatale dovrà essere consentito ai soli clienti dotati di mascherine protettive e, nella logica della leale collaborazione, saranno messi a disposizione dei clienti che ne risultino
sprovvisti mascherine e guanti monouso a cura degli operatori del mercato;
Il servizio di vigilanza verrà effettuato per il varco di accesso all’area mercatale e per ogni varco
di accesso chiuso;
La Protezione Civile Comunale e le Associazione di volontariato, reclutate dal Comando della
Polizia Municipale, controlleranno che non vi siano accessi nei varchi chiusi;
– è vietata la vendita di beni usati;
– il rispetto di tutte le misure previste dalle vigenti disposizioni vigenti in particolare dal DPCM 24.10.2020. 

 Misure a carico del comune

Istituzione varco di accesso all’area mercatale in via Lungomare Cristoforo Colombo – incrocio via Amerigo Vespucci;

Obbligo di percorrere l’area mercatale con direzione Viale dei re D’Aragona, con accesso da via Lungomare Cristoforo Colombo;

– chiusura dei varchi di accesso all’area mercatale, intesi come sedi stradali di accesso, di via Gianmatteo Natoli, Largo Mercato Ittico e Piazza Giuseppe Saragat, con transenne e nastro segnaletico bicolore o altri strumenti idonei da posizionarsi a cura dell’Ufficio Ordinanze e Segnaletica del Comune di Termini Imerese alle ore 7.00 e da ritirare a cura del medesimo alle ore 13.00 comunque quando le condizioni delle presenze nell’area mercatale lo consentano:
– obbligo della vigilanza dei varchi di accesso chiusi da parte del Comando di Polizia Municipale con l’ausilio della Protezione Civile Comunale e delle associazioni di volontariato reclutate e precisamente:
a) Incrocio Largo Mercato Ittico – viale dei Re D’Aragona;
c) Incrocio via Gianmatteo Natoli- via Targa Florio;
d) Incrocio Via Lungomare Cristoforo Colombo – Viale dei Amerigo Vespucci;
– sospendere le operazioni di sorteggio per l’assegnazione dei posteggi non occupati.

Misure a carico dei titolari di posteggio

– Ogni operatore deve effettuare una pu1izia ed igienizzazione delle attrezzature prima dell’apertura del mercato;

– Ciascun operatore deve rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori; qualora per motivi logistici non sia possibile rispettare tale distanza è fatto obbligo agli operatori di collocare, un separé (in stoffa o plexiglas o altro materiale comunque resistente) situato
nell’intercapedine fra uno stand e l’altro in modo tale da impedire il passaggio del personale fra uno stand e l’altro;

– In ciascun posteggio gli operatori devono essere in un numero non superiore a due al fine di garantire il distanziamento sociale tra di essi: gli stessi dovranno indossare mascherine atte a garantire la copertura di naso e bocca e per i generi alimentari guanti protettivi monouso;

– I titolari del posteggio hanno l’obbligo di collocare, nella zona antistante frontale del proprio stand, un nastro bel visibile a distanza di almeno un metro e di far avvicinare i cittadini mantenendo sempre la distanza di almeno di un metro;

– In ogni banco devono essere messi a disposizione della clientela prodotti igienizzanti per le mani e deve esserci ampia disponibilità e accessibilità ai sistemi per la disinfezione;

– In caso di vendita di abbigliamento devono essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoria per scegliere in autonomia toccando la merce:
– è vietato il transito nella corsia mercatale dei delegati degli operatori commerciali per incentivare le vendite degli stessi;
– è fatto obbligo ai titolari di posteggio del settore alimentare di non far toccare la merce ai clienti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *