Palermo: operazione polizia, recuperati 280 chili di rame pronti per essere asportati

Condividi questo articolo






Sono 123 le persone sospette identificate e decine i bagagli controllati nel corso della giornata dell’Operazione “Alto Impatto”, che ha visto impegnata la Polizia Ferroviaria di Palermo Centrale nei controlli all’interno del principale scalo cittadino. 

L’operazione, mirata alla prevenzione ed alla repressione di eventuali azioni illecite e sovversive, è stata condotta con l’impiego di 19 agenti della Polfer supportati da quattro unità cinofile, antidroga ed antiesplosivo della Questura di Palermo.

I controlli sono stati coordinati dalla Sala Operativa Polfer che, grazie al sistema di videosorveglianza, ha gestito le pattuglie dislocandole nei punti più sensibili e di maggiore affluenza.

Particolare attenzione è stata posta ai binari ed alle aree di parcheggio dei bus extraurbani interessati dall’arrivo e dalla partenza dei treni dei pendolari.

Inoltre, sempre i poliziotti della Polizia Ferroviaria, durante gli appositi servizi volti al contrasto del fenomeno dei furti di rame e di materiale ferroso lungo la linea ferroviaria, hanno rinvenuto decine di matasse di cavi di rame guainati nei pressi del muro di recinzione del deposito locomotive di Palermo Centrale.

Detto materiale è stato asportato, ad opera di ignoti, da un locomotore in disuso e poi accatastato lungo il muro di cinta per il successivo recupero. Sono in corso le indagini per identificare gli autori del reato.











Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *