Guardia di Finanza: sequestrati oltre centomila articoli per fumatori venduti senza autorizzazione

Condividi questo articolo






Nel corso dell’intensificazione dell’attività di controllo economico del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo e finalizzata a verificare il rispetto delle norme sulla sicurezza dei prodotti posti in vendita, i Finanzieri della Tenenza di Carini hanno sequestrato, in due diversi empori siti a Carini e riconducibili a due soggetti di etnia cinese, più di 106.844 articoli per fumatori (tra cartine e filtri atti alla realizzazione delle sigarette da fumo) illecitamente detenuti e posti in vendita senza prescritta autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli nonché in completa evasione d’imposta.

I prodotti – privi dei titoli autorizzativi e per i quali non è stato effettuato il pagamento delle accise -erano messi in vendita ad un prezzo decisamente inferiore rispetto a quello praticatodai rivenditori autorizzati, con evidente distorsione del mercato legale.

I militari operanti hanno quindi provveduto a contestare ai titolari delle attività la violazione di cui alla legge 407/1942 (vendita di generi di monopoli senza le prescritte autorizzazioni) che prevede, per ciascun trasgressore, oltre a al sequestro della merce, da un minimo di €. 5.000sino ad un massimo di €. 10 mila euro, nonché la segnalazione alla competente Agenzia Dogane e Monopoli per l’eventuale applicazione della sanzione accessoria della chiusura dell’esercizio commerciale.

L’attività testimonia l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria a forte vocazione sociale a contrasto dell’economia illegale e a tutela dei consumatori.

Le foto











Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *