Balestrate celebra i suoi 200 anni, festa sulle orme dei Florio: wine tour e cucina tradizionale

Condividi questo articolo



Balestrate porta indietro le lancette della storia e festeggia i 200 anni dalla istituzione del Comune. Dal 4 al 6 agosto sono in programma convegni, mostre, degustazioni e dibattiti per un evento “modello” nell’organizzazione anti-covid, promosso da un comitato civico e a costo zero per le casse pubbliche.

Una rassegna enologica, il Sicciara Wine Fest, ripercorrerà le orme degli Ingham, dei Florio e dei Woodhouse, storiche famiglie di imprenditori che a Balestrate impiantarono i loro stabilimenti. Dai primi decenni dell’Ottocento e per circa un secolo in questi insediamenti si lavoravano il mosto e il vino e, dallo “scaro” di Balestrate, i barili imbarcati su bastimenti raggiungevano Marsala, contribuendo per circa il 30% del prodotto totale lavorato per il vino Marsala. Nella tre giorni di festa alcune eccellenti cantine del territorio promuoveranno i loro prodotti che potranno essere degustati lungo un percorso allestito con la consulenza dei sommelier Luigi Salvo e Marcello Malta.

A margine della manifestazione, prevista in piazza il 4 e 5 agosto dalle 19, si terranno anche delle masterclass a numero chiuso con la guida sapiente dell’enologo Vincenzo Galante. Ristoranti e altri locali si cimenteranno invece nel Sicciara Food for excellence, una manifestazione per promuovere la cucina locale di qualità con prodotti a km zero. I piatti saranno valutati da una giuria di cui fanno parte Giacomo Perna e Paolo Austero, presidenti rispettivamente delle associazione cuochi di Palermo e Trapani.

Ad aprire la tre giorni di eventi sarà una mostra di foto dalla fine dell’Ottocento a oggi, che racconterà le trasformazioni del territorio e l’evoluzione del tessuto sociale balestratese. Il viaggio indietro nel tempo proseguirà durante i pomeriggi con la preparazione dal vivo, da parte di alcune famiglie e panifici locali, di dolci tradizionali secondo le antiche ricette, a cui turisti e curiosi potranno assistere in sicurezza.

Il compleanno di Balestrate, celebrato in maniera intima lo scorso 29 marzo, sarà dunque festeggiato adesso grazie a un Comitato cittadino che ha lavorato all’organizzazione sin dai mesi scorsi durante il lockdown. La sera, in via Roma all’angolo con la piazzetta Sant’Anna, si terranno dei convegni in cui si ricorderanno usi e costumi di un tempo, si farà un focus sulla storia dello sport balestratese e si parlerà della tonnara di Sicciara e delle storiche tonnare del golfo di Castellammare con la partecipazione di Ninni Ravazza, giornalista, scrittore ed esperto del mondo delle tonnare per averlo vissuto direttamente. “Festeggiare i 200 anni di Balestrate era un dovere della comunità – dicono gli organizzatori – con questa manifestazione, organizzata tenendo conto delle misure di sicurezza previste dalla normativa attuale sulla pandemia, poniamo le basi per un appuntamento fisso di grande richiamo che, oltre a esaltare le tradizioni e le peculiarità del nostro territorio, dovrà puntare all’obiettivo di una offerta turistica di qualità”.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *