Capodoglio impigliato nella rete a largo di Salina- VIDEO OPERAZIONE SALVATAGGIO

Condividi questo articolo



Vanno avanti le operazioni per salvare il capodoglio impigliata o in una rete da pesca abusiva. “Purtroppo non siamo riusciti ancora a liberarlo – dice Carmelo Isgro’ che coordina le operazioni di salvataggio -.  Si dimena come un pazzo.Non si lascia aiutare, ha tante ferite inferte dalla rete che gli ha lacerato la pelle. Sul posto è arrivato il reparto subacqueo della Capitaneria di Porto, che sta svolgendo un lavoro molto attento alla salute dell’animale. Aspettiamo che si stanchi per poter intervenire in sicurezza.
Questa storia è molto simile a quella del Capodoglio Siso: anche in questo caso, la colpa è sempre delle “spadare” o “muri della morte”.
Sembrerò pazzo a dire questa cosa, ma ho cercato di tranquillizzare il capodoglio per fargli capire che vogliamo aiutarlo, di lasciarsi dare una mano, ma è una follia considerando i miei 70 chili contro le sue 15 tonnellate.
Sono molto dispiaciuto per le sofferenze che sta passando il povero capodogliuzzo ma sono fiducioso che tutto andrà per il meglio”. 

Il video