Porto Termini Imerese, Fullone e Di Blasi: “Il commissario non rifiuti i finanziamenti previsti”

Condividi questo articolo






Fullone e Di Blasi: “Il Commissario non deve rifiutare i finanziamenti previsti per il porto di Termini Imerese”

Nella seduta dell’8 luglio 2020, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia con la quale si impegna il Commissario straordinario dott. Lo Presti a sottoscrivere un Protocollo di intesa con il FLAG – GRUPPO DI AZIONE COSTIERA “Golfo di Termini Imerese”, al fine di utilizzare un finanziamento di circa 160.000 euro per la realizzazione di infrastrutture leggere nell’area portuale destinata ai pescherecci e alle imbarcazioni da diporto.

Si tratta di un finanziamento già assegnato con il D.D.G. n. 72/Pesca del 21/03/2017 (e successiva integrazione e modifica di cui al D.D.G. n. 248/Pesca dell’1/08/2017), con il quale è stata approvata la graduatoria degli ammessi delle Strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo, tra le quali la Strategia proposta dal FLAG “Golfo di Termini Imerese”.

La finalità dell’Azione è quella di finanziare interventi per il miglioramento delle strutture e dei servizi legati alla pesca, al fine di valorizzare il settore anche ai fini turistici, in un’ottica di diversificazione delle attività in mare.

Il commento dei Consiglieri comunali Fullone e Di Blasi

“Riteniamo che si tratti di un’occasione importante per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio, con particolare riferimento all’area destinata alle imbarcazioni da diporto che necessita di essere valorizzata con nuovi arredi e infrastrutture, anche a fini della promozione turistica.
Pertanto, abbiamo chiesto al Commissario di firmare il Protocollo di intesa, indirizzando i competenti Uffici comunali a porre in essere ogni necessario adempimento nei termini previsti, al fine di evitare di perdere il finanziamento.


Sarebbe veramente un sacrilegio rinunciare oggi a questa opportunità che sarà gestita dalla prossima Amministrazione comunale nel modo in cui si riterrà più adeguato alle reali esigenze dei pescatori e dei diportisti”.











Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *