Movida, a Palermo si cambia ancora: slittano le chiusure e multe a carico dei clienti

Condividi questo articolo






Tutto ciò che c’è da sapere per un giro serale in città.

Le regole della movida palermitana cambiano ancora. Dopo le polemiche scatenatesi nelle scorse settimane a seguito delle ultime decisioni del sindaco Leoluca Orlando, il Comune ha deciso di allentare la presa ed emanare una nuova ordinanza.

Come riportato da Live Sicilia, la prima novità riguarda l’orario di chiusura dei locali: fissato inizialmente per l’1.30 è stato adesso posticipato alle 2.00. Un compromesso tra amministrazione e gestori, dato che questi ultimi avevano chiesto di poter restare aperti fino alle 3.00. Ma così non è stato.

Cambiano le regole anche per quanto concerne gli alcolici. Le bevande potranno essere vendute in vetro anche dopo le 20, se consumate all’interno dei locali o nelle aree di pertinenza. Una disposizione che va a gravare maggiormente su chi consuma: in caso di controlli, infatti, a pagare la multa sarà il cliente che non ha rispettato le regole, non il gestore. Le pene pecuniarie andranno da 500 a 5000 euro.

Per il sindaco si tratta di  “Un punto di incontro frutto del dialogo che ha coinvolto tutta l’Amministrazione e i gestori – nonché –  frutto del lavoro svolto dagli uffici dell’assessore Piampiano”. “Una soluzione – sostiene Orlando – che mantiene sostanzialmente inalterato l’obiettivo della tutela della salute e del decoro, tenendo conto delle esigenze commerciali degli esercenti che hanno subito gli effetti del lockdown, al fine di consentire loro una efficace ripresa delle attività”.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *