Ritorno alla normalità: la testimonianza del barbiere Maurizio Morreale

Condividi questo articolo






Con l’inizio della fase due anche a Termini Imerese si sta ritornando alla normalità.  Tornano al lavoro anche barbieri, che abbiamo seguito durante il periodo della quarantena (clicca qui per approfondire). Maurizio Morreale, uno dei componenti dell’associazione Unione Barbieri Termitani, ci ha mandato la sua testimonianza e le sue riflessioni personali sul periodo appena trascorso. Di seguito il video. 
(Per l’intervista con ai commercianti, clicca qui)

Il primo taglio alle 6.30 del mattino

Il primo taglio dopo l’apertura il barbiere Maurizio Morreale lo ha effettuato alle 6.30 del mattino del 18 maggio 2020 e da quel momento, gli appuntamenti dei suoi clienti si sono susseguiti rispettando le regole imposte dal dpcm.

«Mi sono svegliato prestissimo, alle cinque del mattino ero elettrizzato, emozionato -ci racconta in un primo momento al telefono -. Ritornare al salone dopo la sanificazione, ma sopratutto riprendere le forbici in mano è stato emozionante. I clienti non vedevano l’ora di tornare e noi non vedevamo l’ora di accoglierli»

«Questa pandemia ha dato agio a tutti noi di creare un gruppo di barbieri qui a Termini Imerese -afferma nel video -. Questa è stata una cosa positiva, un segno che non tutte le cose negative vengono per nuocere. […] Abbiamo ripreso il nostro lavoro in maniera stancante, ma soddisfacenti. Inoltre, ringrazio tutti i colleghi e sopratutto volevo ringraziare tutti i clienti di noi barbieri professionisti che sono stati fedeli nell’attenderci. Mi auguro che himeralive.it ci stia sempre accanto perché non finirà qui, attraverseremo un periodo che sarà abbastanza duro e ci vorrà una preparazione specifica. Abbiamo dato il massimo e speso dei soldi per ripartire, ma non finisce qui, perché adesso tutto sta al buonsenso delle persone».

Il video

Di seguito il video del primo taglio dopo l’apertura e l’intera dichiarazione video. 








Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *