Campofelice di Roccella: volontarie realizzano mascherine, un impegno di solidarietà

Condividi questo articolo



Campofelice di Roccella: volontarie realizzano mascherine, un impegno di solidarietà.  Scrive Matilde Prinzi su Facebook raccontando della loro iniziativa e del lavoro svolto con soddisfazione.

«Non posso non condividere con tutti voi, questo mio sentimento di gratitudine nei confronti delle mie carissime amiche,con le quali abbiamo portato avanti un’iniziativa di solidarietà che ci ha consentito di essere vicine ai nostri concittadini, in questo momento difficile. Nell’ultimo mio post vi avevo dato un’ idea di quante mascherine artigianali fino a quella data avevamo realizzato e distribuito.Oggi con grande orgoglio vi comunico che ne abbiamo realizzato oltre 3500 (di cui500 col tessuto donatoci dalla ditta Startex di Calatabiano)e in lavorazione ce ne sono altre 600 .

Questo grande risultato si è ottenuto grazie anche al fatto che nel gruppo si sono inserite nuove volontarie ,con le quali abbiamo instaurato un bel rapporto di amicizia, di condivisione e di supporto una per l’altra.Siamo diventate una bella famiglia! Non finirò mai di ringraziarvi. Ďa questa esperienza, per certi aspetti negativa, possiamo trarne grande insegnamento,che i momenti difficili si affrontano con più serenità se non si è da soli, se ognuno di noi ha la capacità di rendersi utile anche per gli altri.Inoltre ringrazio il mio amico Giovanni Venturella che con il suo contributo ci consentirà di portare a termine la nostra “missione”.

Sono sicura che alla fine di tutto questo torneremo a riabbracciarti tutti insieme ..dando a quell’abbraccio un valore inestimabile.Vi voglio bene care amiche  Agnese Calcavecchio, Antonella Tonnicodi,Crocetta Tusa, Daniela DiCarlo ,Domenica Scialabba,Giusy Mendolia, Grazia Taravella, Graziella Sferruzza,Nicolina Alfonso, Lucia Modica, Maria Buttadauro, Maria Fuca, Maria Pia Di Francesca, Maria Di Liberto, Maria Domenica Signorello, Nella Bellitto, Rosalia Spagnuolo, Rosi Cirrito, Salvina Pane, Sarina Chiavetta».

Situazione difficile, ma l’impegno cittadino è quello che commuove sempre soprattutto se spinto dalla voglia di credere, di lottare, di andare avanti,di vincere insieme una dura battaglia unendo le forze, le creatività e le proprie conoscenze ed abilità per la difesa di tutti,per tornare alla normalità.

mascherine-campofelice





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *