Palermo, ok dal consiglio al regolamento di inclusione sociale, Cancilla (FI): “Importante risposta a chi è in difficoltà”

Condividi questo articolo

E’ stato approvato in consiglio comunale a Palermo il regolamento di inclusione sociale.

Condividi questo articolo

E’ stato approvato in consiglio comunale a Palermo il regolamento di inclusione sociale. La seduta così come la votazione è avvenuta on-line nel rispetto delle disposizioni vigenti relative all’emergenza Covid-19.

Questo strumento prevede una serie di misure a favore degli “invisibili”, di coloro cioè che vivono in situazioni di marginalità e di esclusione sociale e contempla al suo interno interventi mirati a ridare dignità a coloro che non possiedono un reddito sufficiente ad appagare bisogni primari. I destinatari non sono solo coloro che purtroppo da sempre affrontano difficoltà economiche, ma anche “i nuovi poveri” cioè persone in situazioni di indigenza ad esempio in seguito a separazioni coniugali o ad una perdita imprevista del posto di lavoro.

A esprimere la propria soddisfazione per l’attività svolta con i componenti della Quarta Commissione che hanno lavorato al  Regolamento in materia di interventi di Inclusione Sociale, è la consigliera Roberta Cancilla, esponente di Forza Italia e Vicepresidente della Commissione Consiliare Solidarietà Sociali di Palermo, “Oggi più che in passato – ha detto Roberta Cancilla – non si può neanche immaginare il disagio esistenziale di chi vive per strada e risiedere stabilmente in un’abitazione rappresenta la condizione imprescindibile affinché una persona possa cominciare un percorso di fuoriuscita dal uno stato di necessità”.

Un aspetto del regolamento a mio avviso importante– continua la consigliera- attiene ai Progetti Individualizzati che concernono la presa in carico della persona o dei nuclei familiari nella loro globalità. I progetti individualizzati dovranno essere condivisi e sottoscritti per adesione dall’utente che dovrà rispettare gli impegni assunti per tutta la durata del percorso di presa in carico. Questa responsabilità da parte dei beneficiari è essenziale per evitare mere forme di assistenzialismo che non portano all’autonomia personale di coloro che usufruiscono di queste misure di aiuto“.

L’approvazione di questo regolamento – conclude la consigliera- che è stato votato favorevolmente all’unanimità dai consiglieri presenti- permette l’utilizzo di somme erogate da fondi per interventi di inclusione sociale che spero possano dare risposte concrete ai tanti cittadini palermitani che si trovano in condizioni di emergenza”.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *