Ricette e tradizione: ‘U pupu cu l’ovu

Condividi questo articolo






Nel periodo Pasquale le tradizioni culinarie non mancano. Tante sono le tradizioni in Italia che variano da città in città. Ma la Sicilia è senza dubbio la regione più ricca in ambito culinario.
Una delle prelibatezze che si cucina nei giorni prima della Pasqua è ‘U pupu cu l’ovu. Questo dolce si prepara nel palermitano, ma anche a Termini Imerese e nei comuni madoniti.  
In questi giorni in cui siamo costretti a stare a casa, potrebbe essere un’idea per trascorrere piacevolmente il tempo, soprattutto con i bambini.
È una ricetta comune in tutta la regione, cambia soltanto il nome  da zona a zona così, nel trapanese lo chiamano “campanaru, nel catanese “cuddura cù l’ova” e in altri luoghi “panaredda” o “palummedda”. 

Gli ingredienti per la pasta

500 grammi di farina 00                        
150 grammi di zucchero semolato
125 grammi di strutto
2 uova intere
5 grammi di ammoniaca per dolci
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vaniglina (meglio una bacca)
2 cucchiai di latte

Gli ingredienti per la glassa

200 grammi di zucchero a velo
1 cucchiaio di rum
4 cucchiai di acqua

Per la decorazione

6 uova sode
diavoletti colorati

Il procedimento

  1. ” alt=”” aria-hidden=”true”>1.Preparare le uova sode. Una volta pronte metterle in acqua fredda, per circa dieci minuti, quindi sbucciarle  e farle ben sgocciolare (dovranno essere asciutte) e metterle da parte.
  2. Amalgamare bene tutti gli ingredienti per la pasta. Quando l’impasto sarà ben lavorato si presenterà come una specie di pasta frolla morbida.  Da quest’impatso ricavare sei palline di ugual peso, e con queste confezionare i “pupi cù l’uova”: spianare ogni pallina riducendole ad uno spessore di circa ½ centimetro, inglobare l’uovo sodo, ben asciutto, e comporre la figura che più vi aggrada (cestino, pupazzo, colomba, ecc.).
  3. Quando avrete completato le confezioni, aiutandovi con una palettina, adagiarle in  una placca, foderata con carta da forno, e metterle in forno preriscaldato a 180° per circa 50,minuti. Quando i “pupi cù l’uova” saranno dorati metterli a raffreddare.
  4. Preparare la glassa: in una ciotola versare lo zucchero a velo e un cucchiaio di rum e, con una forchetta, cominciate ad amalgamare. Aggiungere l’acqua, un cucchiaio  per volta, continuando ad amalgamare in modo da non formare grumi. Alla fine dovrete ottenere un composto scorrevole che, con un cucchiaio, potrete far colare sui “pupi’ già raffreddati. Infine, cospargeteli con i diavoletti colorati e, dopo poco tempo, lo zucchero si sarà rappreso.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *