Coronavirus, ecco le restrizioni a Palermo per Pasqua e Pasquetta

Condividi questo articolo

Per le festività pasquali tutti gli esercizi commerciali, quindi anche le panetterie ed i supermercati, resteranno chiusi al pubblico.

Condividi questo articolo






Per le festività pasquali tutti gli esercizi commerciali, quindi anche le panetterie ed i supermercati, resteranno chiusi al pubblico. Lo ha stabilito l’ultima ordinanza emanata dalla Regione siciliana che resterà in vigore fino al 13 aprile. L’obiettivo e quello di evitare assembramenti nei supermercati domenica e lunedì prossimo. Vietati i servizi di consegna a domicilio, fatta eccezione per i farmaci e per i prodotti editoriali

A Palermo sarà chiuso al pubblico, come stabilito dal sindaco Leoluca Orlando, il Parco della Favorita. In questa zona sarà rafforzato il servizio di pattugliamento delle forze dell’ordine e della polizia municipale.

Oltre al presidio del Parco della Favorita, la polizia municipale garantirà anche quello dei varchi di accesso verso Monte Pellegrino e al mercato di Ballarò, in questo ultimo caso di concerto con le forze dell’ordine. Pattuglie saranno anche dislocate in direzione del prato del Foro Italico ed in altri luoghi dove potrebbero registrarsi degli assembramenti.

In particolare, sabato, nei turni di mattina e pomeriggio saranno 20 le pattuglie impiegate nei servizi di ordine pubblico e 23 quelle destinate alla verifica del rispetto delle ordinanze nazionali e regionali. Domenica, sempre nei turni mattinali e pomeridiani, saranno impiegate rispettivamente 20 e 23 pattuglie, mentre nel giorno di Pasquetta 18 e 25 pattuglie. A queste, nei giorni di domenica e lunedì prossimo, si aggiungono 4 pattuglie di infortunistica stradale, 3 per il Tso e 4 in turni centrali e posti fissi.

Rimangono chiuse anche le ville e i giardini comunali ed il divieto di gite fuori porta, di spostamenti nelle seconde case e verso i luoghi di villeggiatura.

Vietata anche la pratica di ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale, comprese le attività motorie all’aperto di minori accompagnati da un genitore. E’ consentito, in caso di necessità, alle persone affette da disabilità intellettive e/o relazionali, con l’assistenza di un accompagnatore, svolgere una breve passeggiata giornaliera in prossimità della propria residenza o domicilio. Gli spostamenti con l’animale di affezione, per le sue esigenze fisiologiche, sono consentiti solamente in prossimità della abitazione.

Ancora una volta – ha detto il sindaco Orlando – il mio appello è rivolto a tutti i cittadini affinchè rispettino l’obbligo di restare a casa. Sono convinto che vivere una anomala Pasqua e una anomala Pasquetta rispetto a quelle che sono le nostre tradizioni possa rappresentare uno degli ultimi sacrifici a cui siamo chiamati. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che comprendono il drammatico momento che stiamo vivendo e a tutte quelle persone, forze dell’ordine, medici, infermieri, sanitari e volontari che continuano e continueranno sul campo la propria attività professionale a difesa della nostra incolumità fisica“.

Il sindaco ha anche voluto “ringraziare tutti i dipendenti comunale che stanno lavorando in queste ore e che lavoreranno anche nei giorni festivi per garantire sicurezza, serenità e servizi“.








Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *