Orizzonte Scuola pubblica poesia di una docente santagatese: la ministra Azzolina scrive all’insegnante

Condividi questo articolo



Orizzonte Scuola pubblica poesia di una docente santagatese: la ministra Azzolina scrive all’insegnante

La docente cefaludese Sabrina Gallà

 

Inizia una nuova settimana con tutte le difficoltà imposte dalla situazione di emergenza sanitaria da COVID-19 e anche per i docenti si riparte con l’impegno quotidiano della didattica a distanza che ha determinato una notevole profusione di energie da parte del mondo della scuola e che ancora oggi vede, dirigenti, docenti e tutto il personale della scuola impegnati a mantenere viva la relazione umana e professionale con gli studenti nonostante la distanza fisica. Dall’emanazione del decreto del 4 marzo scorso, i “lunedì” scolastici sono totalmente diversi da tutti i “lunedì” del consueto calendario scolastico: niente più campanella, niente più traffico del lunedì mattina e nessun “muso lungo” dopo il week-end. Anzi, forse è proprio la sospensione delle attività didattiche che ha fatto riflettere tutti su quanto possa essere bella la routine, melodioso il suono della campanella, “gradevole” il suono dei clacson delle auto dei genitori e della gente davanti i plessi scolastici, “allegro” il traffico per raggiungere il posto di lavoro, meravigliosa la possibilità di poter abbracciare i colleghi al mattino per augurarsi “buon inizio settimana”. Ora, ciò che scandisce l’attività lavorativa di un docente è il “ticchettìo” delle proprie dita sulla tastiera di un computer per preparare materiali e consegne da “postare” su una piattaforma, il “beep” del messaggio su Whatsapp o della fotocamera che si accende durante le videolezioni, nulla ovviamente di paragonabile alla relazione che si instaura con gli studenti nel contesto di un’aula scolastica e con lezioni in presenza. Ma questo lunedì, ad augurare buon lavoro a tutti gli alunni, affinché possano iniziare le attività della settimana con grande energia, ci ha pensato – e lo ha fatto con grande coinvolgimento emotivo – Sabrina Gallà, un’insegnante di musica  e docente specializzata di sostegno che quest’anno svolge la sua attività presso l’ITET  “Tomasi di Lampedusa” e  presso il Liceo “Sciascia – Fermi” di Sant’Agata di Militello, la quale ha pensato di dedicare a tutti gli alunni del mondo un componimento poetico.

Così si legge nell’incipit della missiva di Sabrina Gallà, contattata dalla redazione di “Orizzonte scuola” che l’ha poi pubblicata sul suo portale (https://www.orizzontescuola.it/coronavirus-sara-ancora-lunedi-lettera/): “Un insegnante, anche se “a distanza”, PUÒ e DEVE rappresentare un punto di riferimento importante, una LUCE intensa in grado di trasmettere ENERGIA e VITALITÀ, grazie alla quale poter ravvisare un LIETO DOMANI. Ed è pertanto che voglio dedicare questi versi a TUTTI i miei alunni e a tutti gli alunni del mondo”.

“Ho scritto questi versi per le mie alunne, considerato anche il fatto che giornalmente mi chiedevano: “Prof., quando ricomincia la scuola’? “Questa richiesta – continua Sabrina Gallà – mi ha commossa ed è stata per me fonte di ispirazione per la composizione di questi versi che inizialmente avevo dedicato agli alunni delle mie due classi, ma che poi ho pensato di estendere a tutti gli studenti del mondo, facendo precedere al componimento una breve introduzione indirizzata alla Ministra Lucia Azzolina”.

E la Ministra ha inviato all’insegnante un’e-mail, per esprimere il suo compiacimento per l’amore che la docente nutre per la sua professione e per il lavoro quotidiano svolto, così come traspare dai versi da lei dedicati agli studenti.

La lettera del ministro Azzolina

Gentile Sabrina,

Le sono infinitamente grata per avere condiviso con me il Suo componimento. Ho avuto modo di rileggerlo e di soffermarmi su di esso, cogliendo il profondo Amore che Lei nutre per la nostra nobile, difficile e  spesso sottovalutata, professione. Alla gratitudine per la condivisione, dunque, non può che aggiungersi quella per il lavoro che quotidianamente svolge con i Suoi ragazzi, anche in questi tempi mesti per il Paese. Confidando di poter ritrovare presto quella quotidianità, fatta di emozioni sempre nuove, apprezzata e compresa soltanto da chi ama la scuola, Le porgo un affettuoso saluto.

Lucia Azzolina 

“Immaginavo di interpretare il pensiero di tutti i colleghi – ha continuato Sabrina Gallà – ma non avevo minimamente pensato alla possibilità che la Ministra della Scuola, dopo aver letto i versi composti da me, mi scrivesse ed esprimesse il suo compiacimento per la mia iniziativa.

Sabrina Gallà ha condiviso su Facebook l’articolo di Orizzonte scuola contenente i suoi versi e lo screenshot dell’e-mail che la Ministra ha voluto inviarle, ottenendo lauti consensi da parte di colleghi, genitori, amici. Un “tam tam” di emozioni e di parole attraverso i social, dove tutti noi oggi possiamo esprimere le nostre sensazioni ed emozioni, in un momento così complicato della storia, nella speranza che presto il lunedì noi docenti e studenti “ci ritroveremo come amici “ e “ci riuniremo come anime felici”, esattamente come recita il componimento della docente Sabrina Gallà, originaria di Cefalù, ma residente da molti anni a Sant’Agata di Militello.

Si riporta qui di seguito il componimento poetico pubblicato su Orizzonte scuola, in cui le parole in grassetto, se lette di seguito, costituiscono un’altra poesia, con il ricorso a vocaboli e verbi che infondendo negli studenti e nei lettori in generale un segno di speranza, facendo quasi intravedere “una luce in fondo al tunnel” nonostante l’oscurità del tempo che stiamo vivendo.

 

Sarà ancora Lunedì



Il giorno in cui
ritroveremo la nostra quotidianità, e
un suono
di una Campana stanca
sentiremo
tra i vecchi banchi, e la
Gioia
di ritrovar anche la noia, in aula, emozioni
ci darà.

E ciò che prima d’ora
era
sentito e risentito,
quel motivetto
nuovo sembrerà,
come
se avremo modo di “rivivere”
il passato
e nuova Storia adesso nascerà.

E
tornerà più luminoso e intrepido, e
sarà
forte rivedersi e
ancora
ritrovarsi come amici, e ad ogni
lunedì
riunirsi come anime felici.

Tornerà,
da un’alba indizio di speranza,
ancora
a scorgere negli occhi di chi avanza
una luce
chiara e nitida

E …sarà ancora lunedì

Sabrina Gallà





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *