Coronavirus, una dolorosa notizia: è morto il padre del primo termitano positivo al Covid 19

candela-lutto
Condividi questo articolo



Purtroppo non ce l’ha fatta il papà del primo termitano contagiato, Andrea Minà, di cui abbiamo più volte parlato su queste pagine. Ci uniamo al suo cordoglio rivolgendo anche alla famiglia le nostre più sentite condoglianze.

candela-lutto

Era ricoverato dal 12 marzo scorso presso il P.O. Cervello di Palermo a causa del Coronavirus.

Il decesso è avvenuto lo scorso 25 marzo per sopraggiunte complicanze, ma la famiglia lo ha reso noto soltanto oggi. L’uomo è morto solo in una corsia di ospedale, senza la vicinanza dei suoi cari. E’ di oggi la notizia della positività anche della mamma di Andrea Minà. La signora di 63 anni adesso è a casa, a lutto, sola e non ha la possibilità di portere almeno abbracciare i suoi figli. 

La testimonianza del figlio Andrea 

Ciao Papà Franco Minà, mio angelo, tu che non avevi nessuna patologia, hai sempre detto di non volere mai andare in ospedale perché il giorno che saresti entrato non ne saresti uscito vivo e così è stato, ci hai lasciato proprio come mai avresti ed avremmo voluto. Sei sempre stato un grande papà ringrazio il signore di avermi dato occasione di vederti per quell’ultima volta poco tempo prima e mi hai detto: non mi immaginavo mi amaste così tanto parlando anche per mia mamma che l’ha ben accudito fin l’ultimo giorno. Ti ricorderemo per sempre e ci prenderemo cura di mamma, anche lei positiva, ma stai tranquillo perché è asintoma. Ti vogliamo un mondo di bene,
I tuoi figli.

Tempo fa pubblicai un post dove dicevo
Sai qual è la sensazione più drammatica? I pazienti covid-19 entrano soli nessun parente li può assistere…poi poco dopo se ne vanno, e nessuno può vederli… Per alcuni questo è il Covid-19… Siate prudenti e non superficiali chi vi scrive è una vittima di ciò, pensateci finché siete in tempo e non quando ormai è troppo tardi tutelatevi e tutelate tutti nello stesso tempo.
Un abbraccio

 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *