Coronavirus: percorso protetto per le donne in gravidanza all’ospedale di Termini Imerese

Condividi questo articolo






 
In un momento così delicato e drammatico legato all’emergenza coronavirus arriva una notizia confortante. Sulla base dei primi dati diffusi dalla comunità scientifica internazionale (e fortunatamente sono pochi e tutti sono andati a buon fine), infatti,  non vi è alcun pericolo di trasmissione dalla mamma al feto e il parto non è un rischio.
 
Si discute in questi giorni sulla pericolosità per le donne incinte di recarsi in ospedale per le visite. Si apprende che presso il reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale di Termini Imerese, guidata dal dottore Giuseppe Canzone, per fronteggiare l’emergenza sono stati  attivati percorsi ad hoc per le donne in gravidanza e sono concesse le visite ad una sola persona (nella maggior parte dei casi al papà) subito dopo la nascita o soltanto per motivi urgenti.
Inoltre, sono state potenziate le attività di sanificazione, con un secondo intervento anche nel pomeriggio.
Non ci sarebbe, dunque, alcun pericolo per le donne che si recano in ospedale a cui è assicurato un percorso sereno ed in sicurezza che parte dai controlli di routine fino alla fase finale: è garantita l’assistenza in assoluta sicurezza sia in caso di parto naturale sia in caso di parto cesareo. Tutto ciò è possibile grazie allo sforzo straordinario dell’equipe dell’unità operativa di Ginecologia e Ostetricia che da anni si distingue per offrire alle donne servizi di qualità, professionalità e umanità. 
Nell’ospedale “Salvatore Cimino”, come è noto le visite sono vietate e limitate ad un solo familiare, come misura di sicurezza sia per le donne in gravidanza, sia per i malati, ma anche per lo staff dell’ospedale che da settimane si trova a fronteggiare questa emergenza.
Anche i medici del “Cimino”, con grande spirito di sacrificio e solidarietà, hanno sposato, non soltanto a parole, lo slogan #noirestiamoincorsia. Nel nosocomio termitano sono state sospese le attività ambulatoriali e chirurgiche  differibili e programmabili, ma sono sempre assicurate tutte le attività urgenti.  Così, i medici della struttura sanitaria di Termini Imerese sono sempre in prima linea per fare fronte all’emergenza, ma sono anche tra i soggetti più a rischio Covid 19. Anche in questo caso l’appello è sempre lo stesso: non uscire da casa ed andare in ospedale solo per motivi gravi e urgenti. 
 








Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *