Coronavirus: i carabinieri rinforzano i controlli

Condividi questo articolo






I carabinieri del comando provinciale continuano ad effettuare servizi in tutto il tessuto cittadino e nella provincia per verificare il rispetto delle norme a tutela della salute pubblica in applicazione delle norme recentemente emanate.

Nella trascorsa giornata, numerose sono state le persone e gli esercizi pubblici controllati: in diversi casi sono scattate le segnalazioni all’autorità giudiziaria in violazione dell’art. 650 codice penale.
Tra le situazioni peculiari, spiccano le dichiarazioni mendaci o le giustificazioni originali: a Mondello sono stati denunciati tre ciclisti provenienti da Brancaccio e un cittadino che stava facendo il bagno a mare; un uomo ha addotto come giustificazione che era impellente per lui recarsi dalla sua donna anche se si trovava dall’altra parte della città; a Ficarazzi avevano organizzato una partitella di calcetto in strada; al parcheggio di via Basile, una coppia è stata denunciata mentre si accingeva ad “appartarsi” e in zona Calatafimi il titolare di una parruccheria è stato denunciato in quanto l’esercizio è stato trovato aperto peraltro con un cliente anch’egli, quindi, denunciato.
Infine i militari hanno denunciato due persone in via Malaspina, davanti il carcere per i minorenni, che esplodevano alcuni fuochi d’artificio adducendo come giustificazione che era il compleanno del figlio che si trovava là detenuto.

 









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *