Di Lisi: “Ognuno faccia la propria parte”

Condividi questo articolo




In questi giorni difficili di epidemia nei quali tutti siamo chiamati con senso di responsabilità ad affrontare un momento impegnativo per tutta la comunità, è necessario, più che mai, che ognuno faccia la sua parte.

Non è tempo di protagonismi e strumentalizzazioni. Occorre rimanere razionali e tenere sotto controllo le emozioni.

Occorre lasciare lavorare in “santa pace” tutte le autorità competenti, favorendole e non intralciandole, perchè il tempo a disposizione è prezioso e non è molto.
Ove possibile, riservatamente, aiutare chi sta lavorando a svolgere meglio il proprio compito e consigliare azioni più proficue. Tutti gli altri, hanno un solo dovere: stare a casa, rispettare le regole e dare fiducia a chi ogni giorno è per strada, nelle corsie degli ospedali, nei laboratori e negli uffici di Stato.

Dispiace assistere a inadeguate e confuse intrusioni di pretesa “direzione” o “soprintendenza delle operazioni” in situazioni di emergenza seria che necessiterebbero di competenza e professionalità.

Anche la semplice ma doverosa comunicazione alla popolazione di quanto accade circa la diffusione del virus, richiede prudenza e senso di responsabilità senza improvvisazioni e incertezze che altrimenti farebbero perdere autorevolezza e credibilità all’intera macchina dell’emergenza, incoraggiando chi non ha capito, o ha sottovalutato, la necessità assoluta di rispettare le regole.
Chiediamo serietà, competenza e senso di responsabilità per affrontare una grave emergenza.
Chiediamo che non ci siano intrusioni e protagonismi da parte di incompetenti e presenzialisti inadeguati.
Con lo spirito di chi affronta l’emergenza con ottimismo per trasformarla in una nuova opportunità, insieme a tanti cittadini e in particolare all’ associazione “Beato Agostino Novello”, che hanno chiesto di esprimere questo pensiero, mi piace pensare che in questo difficile momento siamo tutti protagonisti di un “nuovo corso” dove la nostra Città possa ricominciare costruendo un tessuto sociale nuovo di solidarietà e senso di responsabilità.

Ritorniamo al silenzio, invitando tutti ad osservare scrupolosamente le disposizioni governative.

Insieme ce la faremo, Andrà tutto bene.

Salvatore Di Lisi
(Consigliere Comunale di Termini Imerese)





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *