12 marzo 2020: il giorno più buio di questa guerra silenziosa

Condividi questo articolo



12 marzo 2020: data da ricordare negli annali, l’Italia si ferma ancora, si stringe in giorni bui, si chiudono gli ultimi locali che assembravano grandi folle di persone. Lo stato garantisce i servizi di prima necessita’ alimentari, farmacie, parafarmacie, servizi postali, bancari ,trasporti. Si sta correndo una corsa cieca pericolosa quasi destinata al baratro. Questa è un’emergenza senza precedenti, una guerra silenziosa, misteriosa, vissuta in modo impari che ci ha costretto a rinunciare alle solite abitudini.

La sera per le strade un silenzio irreale, un coprifuoco silente la paura d’incontrare il nemico dietro l’ angolo; “fermiamo il mondo” affinchè si fermi anche lui il coronavirus, che sta mettendo in atto le sue ultime forze.

L’Italia sta dando prova di essere una grande comunità, tutto il mondo ci osserva stiamo diventando un esempio per tutti.

Giuseppe Mesi





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *