Corona Virus, Question Time

lockdown
Condividi questo articolo

Dove sono i Soloni che dicevano fosse solo una semplice influenza?
Dove sono gli irresponsabili che irridevano chi si preoccupava?
Dove sono i superficiali che ci dipingevano come catastrofisti?

Dove sono gli albergatori, i tour operator e tutti quelli che protestavano avverso le iniziali misure adottate dal governo?
Dove sono gli irriducibili gaudenti che “non possono privarmi del  diritto di vivere come voglio”?
Dove sono gli ottusi, gli incoscienti, i menefreghisti che con il loro atteggiamento hanno contribuito alla diffusione del virus?
Dove sono gli incivili che distruggono i Pronto Soccorso minacciando gli operatori della sanità? 
Dove sono, mi chiedo.

Ve lo dico io dove siete; a casa, a maledire gli imbecilli che si spostano dalle (ex) zone rosse, a scagliarvi contro gli egoisti accaparratori di alimentari, di prodotti igienizzanti, di mascherine antivirus.

State a casa e siate grati al personale sanitario che sta combattendo per noi questa guerra, perché tale si tratta.

Italiani, popolo di poeti, santi, navigatori e, perdonate l’eufemismo, coglioni.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *