Effetti Coronavirus sulla salute e sull’economia anche in Sicilia: “Si trovino soluzioni per aiutare le imprese”

Condividi questo articolo

Il coronavirus sta mettendo in ginocchio le imprese, si registrano “quasi l’80% di disdette delle prenotazioni alberghiere, soprattutto lì dove c’erano eventi che sono stati annullati”.

turismo
Condividi questo articolo






Il coronavirus sta mettendo in ginocchio le imprese, si registrano “quasi l’80% di disdette delle prenotazioni alberghiere, soprattutto lì dove c’erano eventi che sono stati annullati“, si legge in una nota diffusa dal presidente di Confesercenti Sicilia, Vittorio Messina, presente in qualità di presidente nazionale Assoturismo anche ai tavoli nazionali per arginare la crisi del comparto.

La stagione primaverile – aggiunge Messina – è saltata e chiediamo aiuti anche al governo regionale. L’emergenza sanitaria viene prima di tutto e la nostra collaborazione con le istituzioni è massima ma dobbiamo pensare alla sopravvivenza delle imprese, a partire da quelle medio-piccole che rappresentano la gran parte delle imprese ricettive dell’isola e che hanno subito un colpo durissimo. Per potere rialzare la china – spiega Messina – ci vorrà del tempo, soprattutto per recuperare sul turismo estero, perché l’Italia in questo momento è tra i paesi da evitare. Una cosa è certa: per quanto riguarda le aziende del turismo, l’emergenza è nazionale, riguarda tutte le regioni e non solo le zone rosse“.

A riguardo è intervenuto il capogruppo di Italia Viva, Sandro Terrani che ha chiesto al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e al presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, di trovare con il governo nazionale soluzioni concrete che aiutino l’economia locale a risollevarsi.

In questo momento – afferma Sandro Terrani – stanno subendo gli effetti del coronavirus le strutture alberghiere che hanno visto annullare, naturalmente, diverse prenotazioni. In momenti di crisi sociale ed economica come questo le istituzioni devono supportare il territorio e l’economia dello stesso”.










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *