Petralia Soprana, Gangi e Geraci Siculo alla BIT di Milano

I tre comuni avranno un loro spazio espositivo all’interno di quello che la Regione Siciliana ha messo a disposizione dei “Comuni Fioriti della Sicilia”.

Tre comuni delle Madonie saranno presenti alla BIT di Milano. Si tratta di Petralia Soprana, Gangi e Geraci Siculo. I tre paesi avranno un loro spazio espositivo all’interno di quello che la Regione Siciliana ha messo a disposizione dei “Comuni Fioriti della Sicilia”. L’obbiettivo della Regione Siciliana è quello di mostrare il meglio delle eccellenze dell’isola per proporre un brand Sicilia unico, di forte impatto e di grande appeal.

Naturalmente c’è grande fermento nei comuni interessati considerata l’opportunità offerta dall’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana di poter partecipare ad una vetrina internazionale del turismo della portata della BIT che è tra le dieci fiere di viaggi e turismo più importanti del mondo, con numeri da capogiro sia in qualità e quantità degli espositori sia dei visitatori e operatori professionali del settore.

La Borsa Internazionale del Turismo 2020 si terrà nei giorni 9, 10 e 11 Febbraio alla Fiera Milano.

I comuni fioriti siciliani insieme all’associazione partner “Vivo in Sicilia” presenteranno la proposta di un “itinerario fiorito di Sicilia” un percorso green per esaltare le caratteristiche intrinseche dei singoli paesi legati dal comune denominatore del motto “Fiorire è Accogliere” ossia l’appartenenza al Circuito Nazionale dei Comuni Fioriti.

“Sicilia…un mare di fiori tra storia e bellezza” è lo slogan che appare sulla brochure che sarà distribuita durante la tre giorni.  Non mancherà anche un video rappresentativo della filosofia Comuni Fioriti che presenterà e farà apprezzare le bellezze dei singoli comuni.

Grande la soddisfazione di Michele Isgrò coordinatore dei comuni fioriti in Sicilia e con lui anche quella dei sindaci Pietro Macaluso, Francesco Migliazzo e Luigi Iuppa.

I primi cittadini di Petralia Soprana, Gangi e Geraci Siculo credono fortemente in questa opportunità che è una operazione di marketing turistico legato all’ambiente e alla possibilità di intercettare un turismo esperenziale legato ai tempi della natura, al vivere lento e alla scoperta di tradizioni, usanze, cibo e ruralità. Tutti elementi che questi paesi madoniti custodiscono egregiamente e che potrebbero diventare punti di forza per attrarre turismo internazionale.




Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !