Tornano a protestare gli ex operai dell’indotto ex Fiat, sit in nella sede storica del comune di Termini Imerese

Condividi questo articolo

Riparte la stagione della proteste degli operai dell’indotto ex Fiat. Domani mattina (20 gennaio), alle ore 9, partirà una manifestazione di protesta, in piazza Duomo, nella sede storica del comune di Termini Imerese.
I lavoratori della Manital, della SSA servizi e i lavoratori della Bienne Sud protesteranno perché, pur facendo parte dell’area di crisi complessa di Termini Imerese, sono stati eclusi dal paracadute degli ammortizzatori sociali.

La regione siciliana ha sottoscritto un accordo al ministero dello Sviluppo Economico che avrebbe tutelato i lavoratori dell’indotto nel sostegno al reddito, pertanto è indispensabile, in attesa della reindustraluizzazione, che tutti i lavoratori vengano tutelati.

“La manifestazione di domani dei lavoratori dell’indotto oltre per  la tutela degli ammortizzatori sociali sarà anche per le prospettive lavorative e per un sostegno al reddito dignitoso che possa permettere ai lavoratori e alle loro famiglie di sopravvivere in attesa del lavoro”, ha affermato il segretario della Fiom Sicilia, Roberto Mastrosimone. 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *