Tenta di riscuotere un rimborso con documenti falsi, arrestato ventottenne dai carabinieri e

Condividi questo articolo






Continua la collaborazione fra i Carabinieri e gli istituti di credito volta al contrasto della criminalità predatoria. I militari della stazione di Palermo Brancaccio si sono recati presso l’ufficio postale dove un uomo stava tentando di incassare un rimborso IRPEF, con documenti falsi.
I carabinieri hanno constatato che M.g., palermitano 28enne, aveva tentato di incassare un rimborso per un importo di 1.100 euro emesso dall’Agenzia delle Entrate in favore di terzi, mediante una delega manoscritta, una tessera sanitaria e da una carta d’identità che da accertamenti sono risultati falsi.
La documentazione veniva sottoposta a sequestro e M.g. arrestato in flagranza per possesso di documenti di identificazione falsi, tentata truffa e uso di atto falso.
Sono in corso indagini per rintracciare la persona offesa.
L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto con rito direttissimo.










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *