Messa dell’Immacolata: “La città di Nàzaret disprezzata dagli uomini e amata da Dio”

Condividi questo articolo



IMMACOLATA CONCEZIONE

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret

Nàzaret, città della Galilea, di cui non c’è traccia nell’Antico Testamento, città probabilmente disprezzata tanto da non essere mai nominata. “Che cosa può venire di buono da Nàzaret?” diceva Natanaele quando ha saputo che Gesù era di là. Questa frase ci fa già capire tutto.

Eppure Maria viene da quella città, disprezzata dagli uomini e amata da Dio.

Tante volte anche noi disprezziamo le nostre origini, la nostra famiglia, la nostra città, la nostra storia e pensiamo che a motivo di tutto questo la nostra vita ne pagherà conseguenze negative.

La storia di oggi ci smonta tutto questo e ci insegna che può venire fuori sempre qualcosa di buono se in mezzo ci sta Dio, perché nulla a lui è impossibile.

Testo a cura di Padre Leonardo Caputo della parrocchia del Santissimo Salvatore di Termini Imerese 

Conclusa la tradizionale processione ‘A nuttata ra Marina, oggi solenne cerimonia nella chiesa Madre di Termini Imerese





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *