Emergenza rifiuti: denunciato sindaco di Cefalù

Condividi questo articolo



Autorizzazione isola ecologica scaduta, mai chiesto rinnovo

Gli uomini della Guardia di finanza hanno sequestrato a Cefalù, in contrada Caldura, un’isola ecologica che si trova nei pressi del centro abitato e di una scuola per l’infanzia. I militari hanno richiesto alla società preposta alla gestione dei rifiuti il previsto decreto di autorizzazione rilasciato dalla Regione. Da un’analisi della documentazione esibita si è accertato che l’autorizzazione era scaduta. Nessuna istanza di rinnovo era stata presentata al competente Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti.
    I militari hanno posto sotto sequestro l’intera area di circa duemila metri quadri e i rifiuti, pericolosi e non, depositati.
    E’ stato segnalato all’autorità giudiziaria il rappresentante legale della società.
    Da successive verifiche è stato denunciato alla Procura di Termini Imerese anche il sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina per aver effettuato stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in mancanza della prescritta autorizzazione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *