Estorsione ad anziano alla posta di Termini Imerese: scarcerati i tre termitani

Condividi questo articolo




I tre termitani indagati per estorsione aggravata nei confronti di un invalido civile (clicca qui per vedere cosa è successo) sono stati scarcerati questo pomeriggio (6 novembre). Lo ha deciso il Gip del tribunale di Termini Imerese, dott. E. Bencivinni a seguito dell’udienza di convalida a cui hanno partecipato singolarmente gli indagati e i loro difensori. Il Giuseppe Burrafato e Maria Loredana Burrafato sono difesi dall’avvocato Sergio Burgio, Massimiliano Fricano dall’avvocato Giuseppe Di Lisi.

Gli indagati hanno risposto a tutte le domande poste sia dal GIP sia dal PM Daniele Di Maggio fornendo spunti investigativi chiari e rilasciando dichiarazioni precise e concordanti.

Ai due fratelli Burrafato è stata applicata la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa mentre a Massimiliano Fricano non è stata applicata alcuna misura cautelare. “Esprimo soddisfazione per il risultato ottenuto, i miei clienti hanno risposto ad ogni domanda posta dai Giudici fornendo particolari che certamente saranno oggetto di riscontro da parte dell’autorità giudiziaria e che forniscono un quadro probatorio diverso da quello sin ora prospettato dai carabinieri della compagnia di Mislmerii sulla scorta della denuncia della persona offesa – ha dichiarato a Politica Termitana l’avvocato Burgio  -. Massimo rispetto per il lavoro degli investigatori”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *