L’ex catechista termitano Benedetto Salemi condannato a dieci anni

Condividi questo articolo



Benedetto Salemi accusato di adescare le ragazzine per poi violentarle sessualmente. Questo è quanto ha affermato il Gup Marco Gaeta. Salemi è stato condannato a dieci anni di carcere, per essere accusato di violenza su minore, adescamento e per il possesso di materiale pornografico. (Clicca qui per vedere: L’ex catechista termitano presunto pedofilo ha scelto il rito abbreviato)

I dettagli emersi dalle indagini

Il termitano Salemi svolgeva numerose attività all’interno della chiesa madre di Termini Imerese, tra cui il catechista, ma era anche titolare di una nota cartolibreria della città. L’uomo che ora si trova al carcere Pagliarelli di Palermo, era stato avvistato con un minore. Da quì sono iniziate varie indagini da parte delle forze dell’ordine , dalle quali si è potuto costatare che l’uomo all’interno della sua abitazione, abusava dei ragazzini a cui dava ripetizioni gratuite, riprendendo le scene anche con il cellulare. Una delle vittime è una ragazzina, della quale il catechista, sostiene di non averne abusato.  Dalle indagini, è emerso, che l’adescatore comprava le sue vittime regalando loro dei soldi, delle ricariche telefoniche e addirittura buste di spesa. 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *